10 Cose da Vedere ad Assisi

Una classifica dei 10 luoghi assolutamente da vedere ad Assisi, città di San Francesco e patrimonio mondiale dell’Unesco.

Assisi è una città indimenticabile. Non è una frase di circostanza, è proprio così. Ha un qualcosa di magico e unico che permane come ricordo dopo averla visitata. Tra le migliaia di turisti che vengono a visitare i luoghi di Francesco, la maggior parte non ha la possibilità di restare “in town” per più di poche ore, soprattutto quelli che viaggiano organizzati in gruppo; ed è un gran peccato, perché oltre all’itinerario classico che parte dalla Basilica di Santa Chiara e, attraversando il centro storico, arriva alla Basilica di San Francesco, ci sono altri luoghi bellissimi, racchiusi in poche decine di metri che meritano assolutamente di essere visitati; non a caso la città è stata inserita nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. C’è l’Assisi francescana, l’Assisi medievale, l’Assisi mistica ma anche l’Assisi laica, l’Assisi romana, l’Assisi romantica. Ci siamo permessi di stilare una classifica dei 10 luoghi assolutamente da vedere, con l’intento di convincervi a passare due o più giorni in questo piccolo paradiso:

Mappa di Assisi (clicca per scaricare)

1) LA BASILICA DI SAN FRANCESCO

Imponente e meravigliosa, con le due chiese, quella Superiore, luminosa e slanciata, quella Inferiore, più scura ed austera, oltre alla cripta dove è conservata la Tomba del Santo. Con il suo insieme di capolavori (affreschi di Cimabue, Giotto e la sua scuola, Pietro Lorenzetti, Simone Martini, Cesare Sermei ecc..) e la diffusione del messaggio artistico e spirituale dell’Ordine francescano, è diventata un riferimento fondamentale per la storia dell’arte in Europa e nel mondo.  Da visitare anche la sala capitolare (cappella delle reliquie di San Francesco), il chiostro di Sisto IV, il museo del Tesoro e poi tutto il restante complesso del Sacro Convento con la biblioteca e l’archivio.

2) LA BASILICA DI SANTA CHIARA

Dedicata alla giovane monaca, prima donna seguace di Francesco e fondatrice dell’ordine delle Clarisse. L’edificio, in stile gotico italiano, è riconoscibilissimo per i tre grandi contrafforti esterni a forma di ampi archi rampanti ed è realizzato con la tipica pietra rosa estratta dalle cave del Monte Subasio. Contiene preziosi affreschi risalenti al periodo che va dal XII al XIV secolo. Nella prima cappella a destra lungo l’unica navata della basilica, si può ammirare il crocifisso, dipinto su tavola lignea, che, secondo la tradizione, avrebbe parlato in San Damiano a Francesco invitandolo a “rifondare la Chiesa”. Nella cripta si conservano i resti terreni della Santa e alcune reliquie particolarmente ben conservate di Chiara e Francesco. Dalla Piazza antistante la Chiesa, si può godere di uno splendido panorama che, nelle giornate di cielo terso, abbraccia la valle umbra da Montefalco a Perugia.

3) LA ROCCA MAGGIORE

Fortezza medievale che domina Assisi dall’alto, fu sede del potere politico della città e più volte ristrutturata. Si hanno già notizie nel 1173, in occasione dell’occupazione di Assisi dagli uomini di Federico Barbarossa; successivamente abbandonata, fino al 1367 quando il Cardinale Egidio Albornoz decise di ristrutturala sulla base dell’antica fortificazione germanica. Si deve fare una piccola salita a piedi per arrivarci, ma una volta in cima il panorama sull’intera Valle Umbra ripaga ampiamente lo sforzo. All’interno ci sono delle sale che contengono delle riproduzioni della vita medioevale. Ingresso a pagamento.

4) LA PIAZZA CENTRALE E IL TEMPIO DI MINERVA

Il luogo in cui per secoli si è svolta la vita sociale e politica. Sulla piazza si affacciano i palazzi più importanti della città: il Palazzo del Capitano del Popolo, Palazzo dei Priori, la torre del Popolo ed il Tempio di Minerva con le sei riconoscibilissime colonne corinzie, antica costruzione di origini romane dell’età repubblicana, oggi chiesa di Santa Maria sopra Minerva. La piazza è chiusa a monte da una monumentale fontana settecentesca, la Fontana dei due leoni.

5) IL FORO ROMANO

L’Assisi Sotterranea di epoca romana, meno conosciuta, testimonianza dell’antica Asisium con i resti dell’originario foro della cittadina. L’ingresso è a pagamento, per maggiori informazioni CLICCA QUI. Ad Assisi è anche possibile trovare due ottimi esempi di Domus Romane: la Domus di Properzio e la Domus del “Lararium” (visitabili solo su prenotazione); sono ricche di decorazioni, con pavimenti originali in marmo e preziosi affreschi che testimoniano la prosperità dei committenti e l’alto livello delle maestranze.

6) LA CATTEDRALE DI SAN RUFINO E IL MUSEO DIOCESANO

Il duomo di Assisi, dedicato a San Rufino, primo vescovo della città, è una testimonianza architettonica e artistica di grande valore. La facciata, in particolare, è uno degli esempi più significativi e belli dell’arte romanica di scuola umbra, con i suoi rosoni e le elaborate decorazioni. Merita una visita anche il museo diocesano (ingresso a pagamento ) di cui fa parte anche la cripta che raccoglie le spoglie del Santo, che predicò il Vangelo ad Assisi nella prima metà del III secolo.

7) LA CHIESA NUOVA E IL FONDACO DI FRANCESCO

Elegante costruzione a croce greca, dedicata alla conversione del Poverello di Assisi: infatti in essa si trova il sottoscala nel quale Pietro di Bernardone avrebbe rinchiuso il figlio dopo la fuga a Foligno per vendere stoffe e riparare con il ricavato la chiesa di san Damiano. È possibile visitare anche il fondaco dove il giovane Francesco si impegnava con il padre nell’esercizio della mercanzia.

8) L’ORATORIO DEI PELLEGRINI

La piccola cappella dedicata a  Sant’Antonio Abate e San Giacomo di Compostela. Ospita magnifici dipinti e affreschi di Matteo da Gualdo, Pierantonio da Foligno e di Andrea d’Assisi, allievo del Perugino. Se avete la fortuna di trovarla aperta, merita sicuramente una visita.

9) LA PINACOTECA COMUNALE

Per gli amanti dell’arte e per chi non vuole esaurire la propria visita di Assisi con la sacralità della città. Il pezzo più importante della raccolta è una Maestà attribuita a Giotto, ma sono presenti dipinti di Puccio Capanna, Ottaviano Nelli, Nicolò di Liberatore e Pietro Perugino. Ingresso a pagamento.

10) I VICOLI DI ASSISI

Se non avete la possibilità di visitare tutti questi luoghi, spendete un po’ del vostro tempo a passeggiare semplicemente per la città. Tra le incantevoli viuzze, scoprirete tante piccole meraviglie dietro ogni angolo.

Ovviamente la lista delle cose da vedere non si esaurisce qui; basta uscire dalle mura di Assisi per trovare tanti altri splendidi e mirabili luoghi legati a San Francesco e al Francescanesimo; SCOPRI LE 10 COSE DA VEDERE NEI DINTORNI DI ASSISI  CLICCANDO QUI!

 

😯  INFORMAZIONI UTILI

Una volta ad Assisi è possibile acquistare un biglietto cumulativo che consente la visita della Rocca Maggiore, del Foro Romano e della Pinacoteca (che da soli necessitano almeno di un giorno di tempo di permanenza).

error: Il contenuto è protetto!