Le mummie di Ferentillo vicino Terni

0
(0)

A Ferentillo, un piccolo paese a pochi chilometri da Terni, è possibile visitare un museo che conserva corpi mummificati del 1600!

Ferentillo è un piccolo comune diviso in due borghi, Matterella e Precetto, famoso per essere uno dei posti più conosciuti d’Europa per l’arrampicata sportiva.  La sua falesia, vicina al centro del paese, non distante dalla Cascata delle Marmore, attrae moltitudini di appassionati di questi sport in tutti i mesi dell’anno. Ma un motivo ulteriore per visitare questo bellissimo paese immerso nel verde, è la cripta della deliziosa chiesa di Santo Stefano di Precetto, oggi museo che contiene i corpi perfettamente conservati di cittadini vissuti nel passato: il più antico risale agli inizi del XVII secolo, mentre il più recente è del XIX secolo.

 😎  UN PO’ DI STORIA

Dal 1500 in poi vennero seppelliti nella cripta della chiesa di Santo Stefano tutti i defunti provenienti del Borgo di Precetto. Erano probabilmente i frati cappuccini gli incaricati all’inumazione. Ma dal 1806 in seguito ad un editto napoleonico fu ordinata la riesumazione dei corpi. Fu allora che, con grande sorpresa, avvenne la scoperta: moltissimi individui riesumati erano totalmente MUMMIFICATI!  Oltre a conservare la pelle, alcuni di essi presentavano ancora intatte le unghie, i denti, le orecchie, le labbra, gli organi genitali, la barba ed i capelli. Ad oggi si contano 24 mummie umane (tre sono esposte presso il Museo Anatomico dell’Università di Perugia) che comprendono uomini, donne e bambini, alcuni ancora con indosso abiti ben conservati. Sono presenti anche 270 teschi, una bara sigillata e due volatili mummificati a seguito di esperimenti effettuati nel secolo scorso.

 😕 MA PERCHÉ È AVVENUTA LA MUMMIFICAZIONE?

Molti furono gli studiosi, alla fine del 1800, si recarono a Ferentillo per studiare il fenomeno della conservazione dei corpi:  ad una prima autopsia risultò che la loro mummificazione era stata completamente spontanea,  dovuta principalmente ad un’essiccazione totale delle parti molli.  I defunti erano stati seppelliti a diretto contatto con il terreno (solo alcuni furono rinvenuti in bare), disposti lungo il perimetro murario e lasciati decomporre per poi poter tumulare i resti nell’ossario della Cripta.  La mummificazione era stata probabilmente provocata dalla  presenza di particolari funghi e dalle speciali caratteristiche chimiche e batteriche del terreno.  Durante gli ultimi interventi di pulitura e manutenzione della Cripta furono rinvenute delle sepolture nella sala antecedente forse destinate ai non battezzati. Le mummie sono attualmente in fase di studio da parte del Dott. Dario Piombino–Mascali (Università di Vilnius).

😯 PARTICOLARITÀ

È stata posta una bellissima targa, sopra la porta d’ingresso del museo, che recita:

Oggi a me, domani a te.
Io fui quel che tu sei, 
tu sarai quel che io sono. 
Pensa mortal che il tuo fine è questo,
e pensa pur, che ciò sarà ben presto.

Tra le mummie esposte, due presentano caratteri e una fisionomia asiatica: secondo la leggenda, si tratterebbe di due sposi di origine cinese in viaggio di nozze in Italia in occasione del Giubileo Cristiano del 1750, i quali purtroppo si ammalarono e morirono a Ferentillo, per poi essere sepolti nella chiesa del paese. 

Altra curiosità riguarda il corpo custodito nell’unica bara ancora chiusa presente nella cripta. Si tratta di un avvocato del luogo ucciso da numerose pugnalate la cui mummia non viene esposta per rispetto nei riguardi dei discendenti dell’uomo ancora viventi e residenti a Ferentillo. Uno degli assalitori rimase anch’esso ucciso durante l’omicidio, e il suo corpo è esposto in una delle teche del museo.

Sono presenti poi le mummie di una giovane partoriente con il feto nato morto, un’anziana contadina, soldati napoleonici che attraversarono la penisola nelle campagne d’Italia del 1796-1797.

 😉 PER VISITARE IL MUSEO

L’ingresso al Museo delle Mummie, si trova in via della Rocca a Ferentillo. Il biglietto d’ingresso ha un costo di € 3,00. Sono previsti biglietti ridotti a € 2,50 per gruppi con più di 15 persone e a € 2,00 per gruppi scolastici.

Per prenotazioni si può inviare un’email a info@mummieferentillo.it

o telefonare al
328/6884226335/6543008

 

PER INFORMAZIONI SUGLI ORARI DI APERTURA DEL MUSEO
CLICCA QUI

Ti è piaciuto questo articolo? Did you like this post?

Vota il post / Rate it!

Rating: 0 / 5. Num: 0

« Translator
error: Il contenuto è protetto!