Orvieto in famiglia – Visita con bambini

5
(2)

Orvieto città d’arte, Orvieto per i piccoli turisti. Informazioni per conoscere meglio e vivere in famiglia una delle città più belle dell’Umbria.

Per iniziare a esplorare la città in modo ideale, vale la pena far provare ai bambini la funicolare, che in pochi minuti porta al centro storico. Un comodo parcheggio alla stazione dei treni dà la possibilità di parcheggiare l’auto a pochi metri dalla fermata di partenza. La funicolare collega la parte bassa della città con il centro storico distante 580 metri. La sorpresa è un viaggio attraverso un tunnel lungo 123 metri scavato nel tufo. I vagoni passano ogni 10 minuti (15 nei giorni festivi).
Il biglietto costa 1,30 € a persona e valido 90 minuti. L’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 6 anni. Il trasporto dei cani è possibile solo se al guinzaglio.

IL POZZO DI SAN PATRIZIO

Dopo aver completato la salita, vale la pena andare con i bambini al vicino Pozzo di San Patrizio. Realizzato tra il 1527 e il 1537 e profondo 58 metri, è parzialmente perforato nel tufo e raggiunge l’acqua sotto la rupe cittadina. Per scoprire come appare il fondo e lasciare una moneta esprimendo un desiderio, si devono scendere ben 248 gradini. L’architetto Antonio da Sangallo il Giovane consentì l’illuminazione diurna realizzando 72 finestre ad arco aperte verso l’interno del pozzo. Per risolvere il problema della congestione dei visitatori e per semplificare l’operazione di trasporto dei contenitori dell’acqua (a dorso d’asino),  il Sangallo progettò due scale a chiocciola, una per la discesa e una per la salita. L’uso di uno schema a spirale permette ancora oggi alle persone che vanno e vengono di non incontrarsi mai, ma di vedersi attraverso le enormi finestre.

LA ROCCA ALBORNOZIANA

Nelle immediate vicinanze del pozzo si trova la Rocca Albornoziana, un tempo imponente fortezza quadrilatera protetta da un fossato e due ponti levatoi. La costruzione della fortezza iniziò nel 1359, fu distrutta più volte e infine ricostruita nel 1450. Per secoli, lasciata in stato di abbandono, ha perso lentamente il suo aspetto originario ed è caduta in rovina. Oggi, al suo interno c’è un parco dove è possibile rilassarsi e godere di una splendida vista sulla pittoresca valle.

VISITA ALLA TORRE DEL MORO

Vale la pena fare una passeggiata lungo la via principale della città – Corso Cavour, alla ricerca di piccoli negozi e vicoli suggestivi. Dopo pochi minuti a piedi, si arriva alla Torre del Moro, che ha ereditato il nome dal suo ricco proprietario, Roberto di Sante, comunemente noto come il Moro. Situata nel cuore della città, la torre è alta 47 metri. All’originale campana del 1313, nell’Ottocento ne fu aggiunta una seconda e un orologio esterno che funziona ancora oggi. La torre può essere salita a piedi o in ascensore. Dalla terrazza si può ammirare un panorama mozzafiato dell’intera città e delle colline circostanti.

Biglietti:
Biglietto normale: 2,80 €
Ridotto € 2,00: (gruppi di minimo 7 persone, studenti e senior, soci FAI)
Ridotto € 1,20: (gruppi di almeno 15 persone)
Ingresso gratuito: bambini fino a 10 anni

ORVIETO UNDERGROUND 

Durante una visita in famiglia ad Orvieto, vale la pena addentrarsi nei sotterranei della città. Scoperta per caso alla fine degli anni Settanta, Orvieto Underground, consta di circa 1.200 stanze scavate nel tufo dall’uomo! Numerose grotte, cunicoli, pozzi, cisterne e scale sono ancora oggi una vera attrazione, soprattutto per i giovani esploratori. Indubbiamente, ogni bambino può sentirsi come Indiana Jones! Le grotte sono principalmente ambienti di epoca etrusco-romana. Utilizzati nel medioevo come primitivi “frigoriferi” e cantine in cui venivano conservati alimenti e prodotti.

Biglietti:
Biglietto normale: € 7,00
Ridotto € 5,00: (gruppi di almeno 20 persone, studenti e anziani over 65)
Ingresso gratuito: bambini fino a 6 anni

L’acquisto del biglietto per Orvieto Underground dà diritto ad uno sconto sulla visita di un altro luogo interessante, il Pozzo della Cava: una discesa in un affascinante angolo di Orvieto che si snoda sotto le vie e le case della parte più antica del quartiere medievale.

Per prenotare una visita, cliccare QUI

😉 UN PO’ DI RELAX

Se i piccoli turisti sono stanchi e affamati, una buona soluzione è riposarsi (e ristorarsi) nel parco dei Giardini della Confaloniera. Il parco è attrezzato con altalene e scivoli e numerose panchine dove i genitori possono riposarsi all’ombra degli alberi.

Ti è piaciuto questo articolo? Did you like this post?

Vota il post / Rate it!

Rating: 5 / 5. Num: 2

« Translator
error: Il contenuto è protetto!